Rinascimento Culturale: le luci si accendono sul cinema

Giugno 2018

Si parla di film nella prima serie di incontri al via mercoledì a Gussago con il pianista Luca Mosca Il 21 sempre a Gussago ci sarà il regista Lucini; altri incontri sono previsti a Concesio, Iseo e Travagliato

Paola Gregorio

Il cinema declinato in tutte le sfumature, dalle colonne sonore alla regia, dalla fotografia al doppiaggio. Con la consueta contaminazione tra i saperi che rende tutto speciale. È il filo rosso della prima tranche della quinta edizione del festival «Rinascimento culturale», promosso dall’omonima associazione presieduta da Alberto Alberti-ni in sinergia con Comuni e altre realtà, tra cui quelle no profit. Il calendario è suddiviso in due parti, dal 20 al 29 giugno e dal 12 al 23 settembre, con una formula itinerante tra Gussago, Concesio, Travagliato, Iseo per la prima e Palazzolo, Capriolo, Er-busco e Brescia per la seconda. Il primo atto, che si snoda in otto incontri, è stato presentato ieri da Albertini, diretto re artistico, e da Fabio Piovanelli, direttore organizzativo. I primi cinque appuntamenti, tutti nella chiesa di San Lorenzo a Gussago (alle 20.45, orario d’inizio di tuttalaprimatran-che, sempre a ingresso gratuito) saranno dedicati all’arte cinematografica. Il calendario. Ouverture mercoledì con il pianista e compositore Luca Mosca che parlerà de «La musica nel cinema di Eisenstein, Hitchcock e Kubrick». Si proseguirà il 21 con il regista Luca Lucini e «Passione Ci- nema», il 22 con il direttore della fotografia di Gabriele Salvatores, Italo Petriccione, e «Dalla pellicola al digitale», il 23 con la proiezione del film «L’altro volto della speranza» e il critico cinematografico Massimo Morelli e il 24 con «Le emozioni nelle canzoni delle colonne sonore», che saranno a cura della Scuola Vocal Care di Brescia. Ci si sposterà poi il 26 giugno, al Teatro della scuola media di Concesio, con il filosofo Umberto Galimberti che presenterà 0 suo ultimo libro «Laparo-la ai giovani», il 28 giugno a Travagliato, a «Il Vomere» con Stefano Lucchini, uomo della finanza e storico, e la riflessione su Caporetto. È un assaggio, ha anticipato Albertini, degli approfondimenti sulla storia al centro dei dieci incontri di settembre, assieme a filosofia, scien- za ea economia. Sinergie. Suggello del primo atto, il 29 giugno a Iseo, nella Pieve di Sant’Andrea, con Claudia Melica e il reading «Paesaggi lacustri tra natura e cultura»; musica di Daniela Savoldi. Piovanelli ricorda quanto sia importante fare rete: «Con L’Impronta di Chiari, che organizza la Microeditoria, collaboreremo anche per una delle serate di settembre sulla tecnologia. E stiamo la- vorando con alcune realtà a un grande progetto culturale per il 2019 – 2020». Insomma, grande attenzione dedicata al presente, strizzando allo stesso tempo l’occhio agli impegni futuri.

Giornale-di-Brescia-15-06-2018.pdf


Torna alla lista