Da qui a cent’anni di Anna Melis

Riservato agli esordienti, il Premio Calvino continua a proporre romanzi di grande valore, e conferma la serietà e la professionalità di lettori per passione, senza interferenze e giochi di potere tra le grandi case editrici. Ad esempio dal Calvino è uscita Mariapia Veladiano e il suo caso letterario “La vita accanto”, ma anche “Le sorelle Soffici” di Pier Paolo Vettori, perché si premia da sempre e principalmente la qualità della scrittura. Prerogativa che anche la sarda Anna Melis conferma con il suo esordio: “Da qui a cent’anni”, finalista nel 2011, sostenuta dalla varietà dei registri linguistici ed espressivi del sardo, dalla sua polisemicità e forza gergale che lei utilizza con grande personalità e talento, nel segno di una nouvelle vague al femminile protagonista della migliore letteratura contemporanea. E con il “vantaggio” supplementare di affondare le radici in una terra arcaica, ricca di storia e tradizione, teatro da secoli di contaminazioni feconde, originale non solo per la sua insularità: in proposito ricordiamo anche il recente esordio di Marco Porru, “L’eredità dei corpi”…
La conterranea Michela Murgia, lettrice illustre del Premio Calvino, ha definito “Da qui a cent’anni”: “un romanzo dalla fortissima carica immaginifica, delicato e poetico”. Siamo certamente d’accordo sul “poetico” perché la prosa di Anna Melis è talmente intensa da avvicinarsi al verso, al canto; d’accordo anche sull’”immaginifico”, perché la Barbagia degli anni Cinquanta ha spesso il potere evocativo del realismo magico sudamericano. Ma meno sul “delicato” perché le faide e le leggi ancestrali che dominano i protagonisti della storia come leggi darwiniane spietate e genetiche, ci mettono di fronte a passioni violente, estreme, totali, come nella migliore letteratura russa, come nella tragedia greca, come nell’epica antica. Generi che abbiamo purtroppo dimenticato, barattato per soap opera dai sentimenti edulcorati e dai gesti misurati, mentre antropologicamente siamo ancora gli stessi, e solo libri come questo ci aiutano a capire cosa significano davvero coraggio, amore, odio, colpa.

Anna Melis
Da qui a cent’anni
Frassinelli, pagg. 205, Euro 17,50

10 agosto 2012


Torna alla lista
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.